venerdì 2 settembre 2016

The Star Pillow + Tacet Tacet Tacet = Concurrence

THE STAR PILLOW vs TACET TACET TACET

CONCURRENCE

(Laverna Netlabel 2016)


Questo album è il risultato di una libera improvvisazione registrata il pomeriggio dell'8 Aprile 2016. Tre musicisti si incontrano per la prima volta in uno studio di Jesi, in occasione del tour di The Star Pillow, in concerto la sera stessa nella cittadina marchigiana.

L'improvvisazione è radicale. Si analizzano e scansionano strutture e atmosfere fatte di aria cercando un codice ritmico che viene costantemente destrutturato. Sfocati minimalismi cuciono una trama per un'esplosione imminente, che non avviene mai e che alimenta il senso d'attesa in un dialogo invisibile che dall'etere arriva alle viscere.

Paolo Monti (The Star Pillow): chitarra ed elettronica.
Francesco Zedde (Tacet Tacet Tacet): no input set.
Angelo Rondine (Il Cigno): batteria acustica. 

Cover by: Daniela Carducci

Link to download: http://www.laverna.net/getfile.php?cat=Lav69

                                         
                                             http://www.laverna.net/releases/Lav69.html

mercoledì 18 maggio 2016

SLEEPING DUST

E' uscito il videoclip ufficiale di Sleeping Dust, primo estratto dall'ultimo album Above.
Video: Aldo Giannotti e Viktor Schaider. 
Re Edit: Roberto Beani
Label: Time Released Sound (2016)
Con il contributo di Toscana 100 band



The Star Pillow - Sleeping Dust from robertobeani on Vimeo.

NASCONO I FIORI

Con grande orgoglio pubblico qua sotto la locandina ufficiale del film NASCONO I FIORI . La storia di 500.000 famiglie italiane che hanno accolto nelle vacanze terapeutiche i bambini provenienti da Chernobyl e dintorni. Un gran bel lavoro per la regia di Mauro Bartoli, fotografia e montaggio di Roberto Beani e musiche di THE STAR PILLOW prodotto da LAB Film.


lunedì 7 marzo 2016

ABOVE

Anche se in ritardo, due parole sul nuovo album erano proprio dovute. Il 15/02/2016 è uscito il nuovo album ABOVE, pubblicato dall'etichetta americana Time Released Sound in edizione deluxe limitata, cd digipack e in digitale. La versione Deluxe è una vera e propria opera d'arte assemblata e numerata a mano. Un contenitore di pellicola in latta originale del 69 contenente, oltre che il cd, foto originali della Nasa direttamente dal 69, frammenti di un vero meteorite e altri dettagli che ricreano lo scenario di un astronauta catapultato fuori dalla sua capsula nello spazio profondo.
L'intero album è una registrazione in presa diretta di un improvvisazione per sola chitarra ed elettronica tenuta il pomeriggio del 18 dicembre 2015 al BTomic, storico e ormai defunto club di La Spezia, davanti al solo Jacopo Benassi il proprietario. Quando poco tempo prima mi disse che il locale avrebbe chiuso per sempre, non ho avuto dubbi sul dover registrare lì il mio nuovo album. Stavo cercando, come quasi sempre, una location dall'acustica imperfetta, ma che avesse una o più storie impresse nelle proprie mura e il BTomic con il suo essere così border era il luogo perfetto. Ho suonato a volumi alti per fare risuonare le sue pareti come una gigantesca cassa armonica e registrato con microfoni d'ambiente per manteneri intatti anche gli scricchiolii, le imperfezioni acustiche e i cali di tensione, per mantenere intatta e per sempre viva l'identità del BTomic nel mio album.
Non sono stato un grande frequentatore di quel posto, ma nelle serate in cui capitavo avevo la percezione che la gente, la musica ascoltata e le mura stesse fossero più che da altre parti radicate a terra, al momento, ai limiti e alle imperfezione della condizione umana. Là non ho mai colto la ricerca di una perfezione, né del cercare una strategia, un'alternativa, la bellezza.
Queste personali sensazioni mi connettono a tutto quello verso cui tendiamo, da cui, forse, veniamo e verso cui, forse, torniamo. Above.
Un grandissimo ringraziamento va quindi a Jacopo, Toni, Angela e il resto degli amici del BTomic. A Colin di Time Released Sound e a James Plotkin per il mastering.
Per chi lo desiderasse sono ancora disponibili da me alcune copie della versione deluxe perchè è andata sold out il giorno dopo l'uscita.

sabato 2 gennaio 2016

FIRST EUROPE TOUR

Buon 2016!
E' ufficiale, a inizio febbraio partirò per il primo tour Europeo di "The Star Pillow" in un set per sola chitarra ed elettronica.
Prima parte del tour 5 date nella magica isola madre della Sardegna, poi 6 date in 4 giorni passando attraverso 3 paesi, Belgio, Francia e Olanda. Di seguito il flyer del tour e dell' H.A.N.S. Festival in Olanda dove avrò l'onore di condividere il palco con artisti del calibro di Dirk Serries, Machinefabriek, Modelbau, StringStrang, B/\RST, N + [ BOLT ], Poteau Mitan, Treha Sektori. La notizia ancora più bella è che tra fine febbraio inizio marzo uscirà il nuovo album!  
Presto nuove notizie

Happy 2016!
It's official, at the end of February i'll leave for the first European tour of The Star Pillow in a set for solo guitar and electronics. 
Fist part of the tour 5 dates in magic mother island Sardinia, then six dates in four days, through three countries, Belgium, France and Netherland. Here is the flyer of the tour and the one of 'H.A.N.S. Festival in Holland, where i will have the honor of sharing the stage with great artists as Dirk Serries, Machinefabriek, Modelbau, StringStrang, B / \ RST, N + [BOLT], Poteau Mitan, Treha Sektori. 
The even better new is that end of February-first of March will be released my new album! 
More news soon.




giovedì 7 maggio 2015

LIVORNO

Il nuovo album di The Star Pillow si chiamerà LIVORNO e uscirà per Taverna Records / ManzaNera Label a fine maggio.

Livorno”: una città, due sole note, quattro variazioni su di un nucleo (e)motivico.

A pochi mesi dall’uscita di “All is quiet”, grande affresco sonico per sola chitarra, The Star Pillow ritorna, nella formazione consolidata del duo Paolo Monti Federico Gerini, con un mini “concept” album che, nonostante la breve durata, si delinea come un importante sintesi di tutti i dischi precedenti: paesaggi sonori classicamente ambient incorniciano e sorreggono pochi, scarni elementi melodico-armonici, che brillano dentro forme chiuse, dove misurati tocchi di improvvisazione, fra piano acustico e chitarra elettrica dilatata, contribuiscono ad una decantazione della materia sonora, del flusso emotivo.

Livorno è guardare, forse immaginare, i lati meno visibili di una città di mare, sboccata d’estate e stanca d’inverno; un pretesto, a dire il vero, per giocare con la malinconia, per suonare le pause, alludere e non dire. Livorno è anche un personalissimo omaggio di Paolo nei confronti di una città testimone di grandi cambiamenti e rinascite. Una linea gotica del cambiamento che disegna il confine tra passato e presente. Un ritorno, tanto atteso, sulla terra. Rinascendo da Livorno.